Development mode

Marcel Breuer

Marcel Breuer, nato nel 1902 a Pécs in Ungheria, dopo aver interrotto gli studi di arte a Vienna, frequenta, dal 1920 al 1924, la scuola di arti e mestieri “Staatliches Bauhaus” di Weimar dove porta a termine l’apprendistato di falegname. Dal 1925 dirige, da mastro artigiano, il laboratorio di falegnameria del Bauhaus. In questo periodo è forte l’influsso di correnti complesse come il costruttivismo e il movimento De Stijl e, dopo un inizio orientato più all’espressionismo e ai primi mobili in legno, Breuer inizia a sperimentare il tubolare d’acciaio, prima come progetto privato e, poi, per il Bauhaus di Dessau. I primi prototipi di questi modelli innovativi sono realizzati insieme ad aziende vicine come la Junkers. Nel 1928 Breuer lascia il Bauhaus alla ricerca di una maggiore libertà d’espressione e sperimentazione e cerca un contatto stretto con l’industria, fra cui anche Thonet. Si stabilisce a Berlino come architetto e si occupa prevalentemente di architettura d’interni. Nel 1929 Thonet acquisisce l’azienda Standard-Möbel, cofondata da Breuer nel 1927 e realizzatrice dei primi mobili in tubolare d’acciaio: da quel momento e per alcuni anni l’architetto e designer lavora per Thonet. La collezione in tubolare d’acciaio fortemente influenzata da Breuer è ampiamente rappresentata nel catalogo Thonet del 1930/31.

 

Nel 1937 Marcel Breuer giunge negli USA dopo aver soggiornato a Budapest (1933) e Londra (1935). In questo periodo progetta mobili in compensato e alluminio. Per il tramite di Walter Gropius diventa prima docente e poi professore alla Harvard University di Cambridge nel Massachussetts, dove condivide lo studio di architettura con Gropius, aprendone poi uno proprio nel 1941. Nel 1946 lo trasferisce a New York. Fra i suoi progetti più celebri ricordiamo il Whitney Museum of American Art di New York (1966, reinaugurato nel 2016 con il nome “The Met Breuer”) e il quartier generale dell’UNESCO a Parigi (1958 insieme a Bernard Zehrfuss e Pier Luigi Nervi). È considerato una delle figure centrali della storia dell’architettura e del design.