Thonet e il Modernismo in architettura

THONET

e il Modernismo in architettura

Bauhaus a Dessau, architetto Walter Gropius, 1926

Il Bauhaus rappresenta indubbiamente una delle tappe più importanti nella storia del Modernismo in architettura e nel design. Con questa scuola di nuova concezione, fondata nel 1919, Walter Gropius si propone di ricondurre arte e tecnica ad un’unica unità formale. È presso la nuova scuola, trasferita a Dessau nel 1926, che Marcel Breuer, Mart Stam e altri esponenti del Bauhaus iniziano a sperimentare l’impiego di materiali innovativi, come il tubolare d’acciaio.

Questi esperimenti si inseriscono nel contesto del Movimento Moderno emergente (Neues Bauen) che intende offrire all’uomo moderno soluzioni architettoniche e di arredamento del tutto inedite. Grazie all’impegno profuso da Thonet già dalla fine degli anni Venti, il tubolare d’acciaio si afferma come innovazione decisiva che acquista una popolarità sempre maggiore.

Bauhaus a Dessau, ristorante e hotel
"Less is more."
Ludwig Mies van der Rohe
Esposizione del Deutscher Werkbund, Parigi 1930

Tappe fondamentali nella storia del design

Molti dei mobili in tubolare d'acciaio prodotti da Thonet sono considerati tuttora pietre miliari nella storia del design.

La sedia S 33, sviluppata su progetto di Mart Stam e presentata per la prima volta nel 1927 presso il quartiere Weissenhof di Stoccarda, è il primo modello a sbalzo della storia del mobile, tuttora prodotto da Thonet. La sedia S 32/S 64 di Marcel Breuer, con il suo caratteristico incannicciato, è il classico in tubolare d'acciaio più famoso e prodotto al mondo. L'attuale assortimento Thonet comprende anche il modello a sbalzo S 533 di Mies van der Rohe.

S 533 R

Mies van der Rohe

Casa della famiglia Schminke, 1933

Un monumento del Modernismo

Nel 1930 l’architetto Hans Scharoun progetta la casa della famiglia Schminke a Löbau in Alta Lusazia (Sassonia), considerata uno dei più straordinari esempi della nuova architettura del movimento “Neues Bauen”. I coniugi Schminke, proprietari di una fabbrica e futuri committenti dell’opera, seguono con grande passione l’architettura contemporanea frequentandone le esposizioni. Visitano anche il quartiere Weissenhof di Stoccarda prima di scegliere Hans Scharoun come architetto.

Nel 1933 la famiglia Schminke si trasferisce nella nuova casa nella quale sono presenti anche mobili di Thonet come, ad esempio, la sedia S 533 disegnata da Mies van der Rohe nel 1927. Utilizzo dei materiali ridotto all’essenziale, design funzionale e forme armoniche caratterizzano questa sedia di Mies van der Rohe, rendendola un elemento d’arredo senza tempo.