1 / 15

Un omaggio alla bellezza: le sedie Thonet arredano il nuovo ristorante dell’Hotel Grand Ferdinand sulla storica Ringstrasse di Vienna

Fotos: Grand Ferdinand

 

Il nuovo ristorante Grand Ferdinand, inaugurato il 2 ottobre 2015, celebra la tradizione guardando al futuro. Il nuovo albergo affacciato sullo Schubertring delizia gli ospiti del proprio ristorante con i piatti della raffinata tradizione austro-ungarica, quali Kaisersuppe, Tafelspitz e Kalbsvogerl. L’arredamento del locale sorprende con un opulento mix di stili: sobria eleganza e sontuoso allestimento con splendidi lampadari e panche rivestite in pelle bordeaux si sposano, in modo singolare, con l’accogliente atmosfera della tradizione viennese. Confortevoli e di gran classe, le 55 sedie Thonet in legno curvato 215 R e i 90 esemplari del modello 233 si inseriscono perfettamente in questo ambiente accompagnando gli ospiti alla scoperta di una delle epoche più caratteristiche di Vienna.

Il modello 215 R creato da Michael Thonet nel 1859 rappresenta una variante della sedia più famosa al mondo, la “sedia in paglia di Vienna” n° 214 (allora nota come n° 14). Di poco successiva, la sedia 233 in legno curvato realizzata dai fratelli Thonet nel 1895, si caratterizza per i braccioli armoniosamente integrati nello schienale più largo. Per le sue caratteristiche la sedia è stata adottata da numerosi ristoranti e caffè in tutto il mondo sin dagli inizi del XX secolo.

Costruito all’epoca che vede la costruzione di sontuosi edifici sul Ring di Vienna, il palazzo al numero 12 dello Schubertring fu distrutto durante la guerra e completamente ricostruito negli anni Cinquanta su progetto degli architetti Percy Faber e Walter Sobotka. Parzialmente soggetto a vincolo di tutela dei beni culturali, l’edificio ha ospitato la Veitscher Magnesitwerke, l’Ufficio Centrale Austriaco per la Tutela della Costituzione e la Amisola Immobilien AG prima di essere interamente ristrutturato al suo interno nel 2014 a cura di Florian Weitzer, attuale proprietario e dello studio di architettura Heiss di Vienna. La facciata del palazzo sorprende oggi con la sua nuova e antica bellezza offrendo un’ulteriore testimonianza della vitalità dei viali del Ring.