1 / 15

Le TIGrr a Parigi

Interior design: Philippe Di Méo

Fotos: Jean Marc Palisse

Sedia 130, S 64, 204

 

"Asiatico alla francese": questo è il motto ispiratore dei fondatori della catena "Le TIGrr" che conta ormai quattro ristoranti in Francia. Dopo Courchevel, Saint-Tropez e Megève, adesso è possibile godere delle prelibatezze culinarie e sorseggiare ottimi drink nel cuore di Parigi in un ambiente di gran classe. Il locale, idealmente posto sotto la protezione del re degli animali asiatici, è allo stesso tempo bar, ristorante e club, e dunque adatto per le più diverse occasioni. La concezione cromatica che vede predominare l'oro e il nero si rifà alla mistica orientale. Il designer francese Designer Philippe Di Méo si è ispirato qui all'inconfondibile motivo tigrato. Per gli arredi interni, che rievocano la natura schiva ma potente del felino, Di Méo ha scelto mobili classici Thonet caratterizzati da linee chiare. Nel complesso ha impiegato quasi 50 sedute selezionate attingendo a diverse collezioni: disegnata dal giapponese Naoto Fukasawa, la sedia in legno archetipica (collezione 130) in una raffinata versione nera, è disposta  attorno ai tavoli del ristorante. Otto esemplari imbottiti del modello 130 fanno bella mostra di sé con il loro rivestimento oro scintillante. Lungo il bancone del bar sono schierati dodici sgabelli (204 PH) in legno curvato nero con seduta imbottita, rivestita in cuoio. L'anello poggiapiedi dorato dello sgabello gareggia con lo splendore della tappezzeria. Il secondo piano del "TIGrr" offre un ambiente tranquillo e confortevole per piccoli gruppi. Dodici classici modelli cantilever in tubolare d'acciaio e canna d’India (S 64 V) contribuiscono all'allestimento di questo accogliente private dining room.