1 / 15

Grätzlhotel Wien

Interior design: Architekturbüro BWM 

Fotos: Constantin Meyer

 

 

Lo scorso dicembre il Grätzlhotel ha inaugurato 18 nuove suite ubicate in tre diversi distretti di Vienna. Il progetto si basa su un concetto moderno e non convenzionale di albergo: le suite sono piccoli, accoglienti appartamenti di design ricavati nei locali un tempo sede di botteghe delle quali conservano e tramandano la storia e il fascino legato all’originario utilizzo. Lo studio BWM ha allestito ogni camera in modo diverso e dotato ogni appartamento di un piccolo angolo cottura. Gli architetti hanno scelto di arredare due suite con mobili Thonet assecondando l’idea delle socie amministratrici, Fanny Holzer-Luschnig e Theresia Kohlmayr, di abbinare le tracce del passato al design contemporaneo. I due appartamenti, denominati “Der Elektriker” (L’elettricista) e “Die Knopfmacherin” (La bottonaia), si trovano nel secondo distretto nei pressi del Karmelitermarkt: la prima suite è stata ricavata nell’ex bottega di un elettricista, mentre la seconda è ospitata nello storico ufficio di una delle ultime torniture austriache di madreperla. Chi pernotta in quest’ultimo appartamento può fare colazione o cenare comodamente seduto su quattro colorate sedie cantilever S 43 della collezione “Classics in Colour”. La suite di 32 m2 ha in serbo un’ulteriore attraente comodità: la splendida poltrona S 411 dal telaio in tubolare d’acciaio rosso vivo. Gli ospiti della suite “Der Elektriker” trovano attorno al tavolo nero 1404 disegnato da Stefan Diez una selezione di sedie in legno di colore bianco: la famosa sedia 214 in paglia di Vienna e i due modelli moderni 404 e 107, entrambi ispirati alla storica icona, creati rispettivamente da Stefan Diez e da Robert Stadler.